Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Scienza, Tecnologia, Energia e Ambiente

 

Scienza, Tecnologia, Energia e Ambiente

La collaborazione bilaterale nei settori della scienza e della tecnologia tra Italia e Corea trova base giuridica nei "Programmi Esecutivi triennali di Cooperazione Scientifica e Tecnologica", definiti congiuntamente dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) italiano e dal “Ministry of Science, and ICT (MSIT) coreano.

La collaborazione bilaterale trova base giuridica nei “Programmi Esecutivi triennali di Cooperazione Scientifica e Tecnologica”, definiti congiuntamente dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) italiano e dal Ministry of Science and ICT (MSIT) coreano. Un “Accordo tra il Governo della Repubblica di Corea e il Governo della Repubblica Italiana in materia di cooperazione scientifico-tecnologica” è stato firmato in occasione della visita in Italia, nel 2007, dell’allora Presidente della Repubblica di Corea ROH Moo-hyun.

Nei giorni 12-14 novembre 2018 si è tenuto a Torino il VI Forum bilaterale S&T e in quella occasione si sono poste le basi per il  rossimo rinnovo del PE 2019-2021.

Il 20 dicembre 2018 è stato siglato a Seoul il rinnovo del Programma Esecutivo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica tra Italia e Corea per il triennio 2019-2021 comprendente 8 progetti bilaterali di grande rilevanza.

In relazione alle strutture comuni di ricerca tra Italia e Corea, un elemento di grande rilevanza è l’esistenza di tre laboratori congiunti (Joint Labs) nei settori delle celle a combustibile, sulle tecnologie delle membrane e nel restauro/conservazione dei dipinti murali. Ulteriori collaborazioni ed accordi istituzionali di ricerca e sviluppo potrebbero nascere in settori di punta quali l’ICT, le nano scienze,
le biotecnologie, l’ambiente e lo spazio. Nella situazione attuale, le punte di eccellenza nella cooperazione tecnico-scientifica tra Italia e Corea sono rappresentate dal Politecnico di Torino, dal Politecnico di Milano, dalla Scuola Superiore S. Anna di Pisa, dall’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), dall’Università di Bologna, dal CNR, dall’Istituto Superiore Centrale del restauro (ISCR), dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS), dall’Istituto per la Tecnologia delle Membrane del CNR e dall’ENEA.

Principali accordi di cooperazione bilaterale in atto tra Italia e Repubblica di Corea per quanto riguarda scienza e tecnologia:

  • CNR e KIAT (Korean Institute for Advancement of Technology)
  • IEIIT e KETI (Korea Electronics Technology Institute)
  • CNR e NST (National Science and Technology research council)
  • CNR e NRF (National Research Foundation)
  • IMAST e KCTECH (Korea Institute of Carbon Convergence Technology)
  • IIT e KITECH (Korea Institute of Industrial Technology)
  • Accademia dei Lincei e KIAS (Korean Institute for Advanced Science)
  • ISMAR-CNR e KIOST (Korean Institute of Ocean Science and Technology)
  • INRIM e KRISS (Korea Research Institute of Standards and Science)
  • CNR-IRPIe KIGAM (Korean Institute of Geosciences and Mineral resources)
  • Stazione Zoologica Anton Dohrn e MABIK (Marine Biodiversity Institute of Korea)
  • Universita’ La Sapienza, Roma e KAU (Korea Aerospace University)

Le seguenti aree tematiche vengono attualmente ritenute prioritarie al fine di espandere la cooperazione in scienza e tecnologia:

  • Biomedicina (a. Invecchiamento; b. Farmacologia: nuovi farmaci)
  • ICT e IoT
  • Nanoscienze
  • Energia (celle a combustibile, tecnologie delle membrane, nuclear decommissioning) e ambiente (cambiamenti climatici, inquinamento atmosferico, antartide)
  • Scienze del mare e della pesca
  • Fisica delle particelle (laboratori sotterranei)
  • Aerospaziale

Per quanto riguarda la cooperazione bilaterale nel settore culturale, le maggiori attività ruotano attorno al laboratorio congiunto in restauro e conservazione del patrimonio culturale (pitture murali), inaugurato nell’ottobre 2017 e sito presso l'Università Nazionale Coreana dei Beni Culturali (KNUCH, Buyeo).

Due sono le aree di maggior interesse bilaterale:

  • Restauro e conservazione di dipinti murali
  • Applicazione di tecnologie ICT/IoT per la conservazione del patrimonio culturale ed il suo monitoraggio, anche nell’ambito dei grandi rischi ambientali.

Per quanto riguarda questa seconda tematica, il capofila da parte italiana è l’ENEA.

 

AVVISO BORSE DI VIAGGIO IN COREA DEL SUD 2019 PER GIOVANI RICERCATORI ITALIANI NEL SETTORE SCIENZA E TECNOLOGIA.

 

INNOVITALIA

Per ulteriori informazioni sulle attivita' italiane nel mondo e in Corea nel settore della scienza e della tecnologia, e' disponibile il Portale "Innovitalia": co-gestito dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR), il Portale intende offrire a quanti operano nel sistema della ricerca e innovazione italiano costanti aggiornamenti sulle attività svolte dal MAECI per la promozione della cooperazione scientifica e tecnologica con altri Paesi, sia in ambito bilaterale che multilaterale.

 

FRANCESCO CANGANELLA

ADDETTO SCIENTIFICO

foto per sito web amb


45