Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

VISIT EMILIA ROMAGNA: Food Valley, Motor Valley e Data Valley, la Regione Emilia-Romagna presenta le proprie eccellenze in Corea del Sud

ER1

Dal 25 al 29 marzo si svolge a Seoul la missione istituzionale della Regione Emilia-Romagna in Corea del Sud, guidata dal Presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e dall’Assessore allo sviluppo economico, Vincenzo Colla, con la partecipazione di oltre 50 rappresentanti del settore culturale, industriale e accademico. L’obiettivo della visita è ampliare le prospettive della diplomazia territoriale, esplorando prospettive sinergiche tra l’Emilia-Romagna e la Repubblica di Corea, e in particolare con le città di Seoul, Daejeon e Jeonju, in diversi campi quali la produzione automobilistica, l’intelligenza artificiale, i semiconduttori, l’aerospazio, lo sviluppo rurale, la cultura e l’audiovisivo.

Nel corso della missione sono stati programmati numerosi incontri, tra cui quello con il Vicesindaco di Seoul, Kang Cheol Won, il Presidente della Korea Foundation, Kim Gheewhan e il vicepresidente dell’Istituto Coreano di Scienza e Tecnologia Avanzata, Kim Kyung-Soo, nonché con rappresentanti del mondo accademico e della ricerca, quali la Seoul National University e l’Istituto Coreano di Scienza e Tecnologia Avanzata (KAIST) e realtà industriali e innovative quali, tra gli altri, Samsung Electronics, Hyunday Motor, Naver, il National Supercomputing Center, la Korea Aerospace Industry Association, la Korea Association of Game Industry e la Korea Metaverse Industry Association.

La missione permetterà di illustrare e far conoscere meglio le numerose eccellenze di una Regione che si aggiudica il primato italiano in termini di export pro-capite, con oltre 85 miliardi di beni venduti all’estero nel solo 2023. I marchi emiliano-romagnoli, già noti in tutto il mondo, sono un elemento fondamentale del Made in Italy: da quelli che hanno scritto la storia delle due e delle quattro ruote, Ferrari, Lamborghini, Ducati, Maserati, Dallara, agli apprezzati prodotti dell’agroalimentare come il Parmigiano Reggiano, il Lambrusco o l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena. E da ultimo, anche il Supercomputer di calcolo ‘Leonardo’, il più potente d’Europa e tra i primi al mondo, già protagonista in numerosi progetti dedicati all’intelligenza artificiale.

“Siamo qui per illustrare le opportunità che la nostra regione può offrire a imprese, professionisti e ricercatori di un Paese importante e in crescita come la Corea. Siamo convinti che di fronte a sfide globali di portata straordinaria come quelle che abbiamo di fronte, serva un’alleanza tra i territori più avanzati del mondo. L’Emilia-Romagna è consapevole di poter portare un contributo importante in termini di sviluppo sostenibile e inclusivo, siamo convinti che non ci possa essere benessere diffuso senza crescita economica a patto che sia legata a una giustizia sociale dove anche l’ultimo della fila abbia le stesse possibilità di tagliare il traguardo del primo. Grazie all’Ambasciata d’Italia e a tutto il sistema Italia in Corea (ICE, ENIT, IIC e Camera di commercio italiana in Corea) per la collaborazione e la disponibilità nell’organizzazione questa missione, che per noi ha una rilevanza strategica fondamentale”. Il commento del Presidente della Regione Stefano Bonaccini e dell’Assessore allo sviluppo economico Vincenzo Colla.

“La missione della Regione Emilia-Romagna costituisce una buona prassi di quello che possono fare i territori per avviare nuove e concrete collaborazioni che contribuiscono ad una sempre maggiore proiezione dell’Italia in Corea del Sud. Tali contatti diretti hanno un ruolo significativo nel rafforzare i rapporti bilaterali che quest’anno compiono 140 anni”, così l’Ambasciatrice d’Italia nella Repubblica di Corea, Emilia Gatto.