Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Introduzione regime sanzionatorio per violazione dell’obbligo di iscrizione all’AIRE

AVVISO_rettangolo

Si avvisa che dal 1 gennaio 2024 è entrata in vigore la Legge n. 213 del 30 dicembre 2023 (Legge di Bilancio) che all’art. 1, comma 242 introduce importanti modifiche in materia di obblighi anagrafici. In particolare, è stabilito un regime sanzionatorio per i cittadini residenti all’estero che non ottemperano all’iscrizione presso l’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).

L’iscrizione all’A.I.R.E. è un diritto-dovere del cittadino (art. 6, L. 470/1988) e permette di usufruire dei servizi consolari forniti dalle Rappresentanze all’estero, nonché l’esercizio di importanti diritti. L’iscrizione viene effettuata presso l’ufficio consolare competente per territorio entro 90 giorni dal trasferimento della residenza all’estero. Per maggiori informazioni sull’argomento si rimanda alla pagina dedicata.

La sanzione amministrativa pecuniaria va da 200 euro fino ad un massimo di 1.000 euro a persona per ogni anno di mancata iscrizione, fino ad un massimo di 5 anni di multa. L’autorità competente all’accertamento e all’irrogazione della sanzione è il Comune nella cui anagrafe è iscritto il trasgressore.

Per ulteriori informazioni si rimanda alla Gazzetta Ufficiale

Link: gazzettaufficiale.it/eli/gu/2023/12/30/303/so/40/sg/pdf